Muro di Berlino

Il Muro di Berlino, Berliner Mauer, circondava Berlino Ovest per 161 chilometri, era alto tre metri e mezzo ed è stato costruito il 13 agosto 1961. Al momento della sua caduta, avvenuta il 9 novembre 1989, migliaia di berlinesi dell’est superarono la frontiera accolti festosamente dai concittadini occidentali. La caduta del Muro di Berlino simboleggia l’inizio del processo di unificazione della Germania e la fine di un’era storica. Il Muro è stato venduto dal governo della Germania dell’Est e oggi solo alcune parti del muro sono ancora visibile.

Bernauerstrasse

Questa parte di muro lunga 300 metri si trova in Bernauerstrasse ed è classificata come monumento storico. Nel 1998 l’architetto di Stoccarda Sven Kohlhoff ha racchiuso il muro tra due placche di acciaio creando un meraviglioso effetto ottico: il Muro di Berlino si riflette nell’acciaio e sembra infinito.

Invalidenfriedhof

Il cimitero Invalidenfriedhof è attraversato da alcuni resti ancora visibili del vecchio Muro di Berlino.

Brandenburger Tor

La Porta di Brandeburgo è il punto storico del Muro del Berlino, ma del tratto confinante con questa enorme costruzione non ne rimane praticamente nulla, se non dei piccoli “pezzetti di muro”.

East Side Galery

East Side Galery si trova in Muhlenstrasse ed è la più grande galleria di pittura all’aria aperta del mondo. Per un chilometro e trecento metri si susseguono i murales di artisti famosi e sconosciuti che nel 1990 giunsero a Berlino da 21 paesi per realizzarla. Già dagli anni Ottanta i writers utilizzaro il lato Ovest del Muro per i loro progetti artistici e alcuni disegni hanno avuto anche una notorietà mondiale per la loro bellezza o per i loro significati, come il murales di una Trabant bianca che sfonda il muro o quello nel quale Erich Honecker bacia sulla bocca il segretario del PCUS Leonid Brežnev.

Niederkirchnerstrasse

In Niederkirchnerstrasse, a poca distanza dalla East Side Galery, ci sono alcuni resti del muro presso il memoriale della Topografia del terrore.

Parlamento Europeo a Bruxelles

Una piccola parte del Muro di Berlino è stata collocata simbolicamente di fronte al Parlamento Europeo a Bruxelles in Belgio. Dalla caduta del Muro di Berlino è inziato un processo che, oltre alla riunificazione della Germania e alla fine di un’era storica, ha portato a una nuova e moderna visione del continente: l’Europa Unita.

Il Muro e la musica

Durante i giorni della caduta del Muro di Berlino,, il grande violoncellista russo Rostropovic ha improvvisato un concerto davanti al muro. L’evento ha fatto il giro di tutte le televisioni del mondo e ancora oggi è considerato il requiem per il muro e la Guerra Fredda.

Il 21 luglio 1990, per festeggiare la caduta del Muro di Berlino, Roger Waters, bassista dei Pink Floyd, ha tenuto in Potsdamer Platz un grande concerto che ha avuto il suo apice durante l’interpretazione della famosa canzone The Wall. Tra i numerosi ospiti di quel concerto c’erano anche gli Scorpions, gruppo rock tedesco autore di Wind of Change, canzone simbolo della riunificazione della Germania.

Mauermuseum

Tutta ciò che è collegato al Muro, alla sua realizzazione, alla sua storia e alla sua caduta, è magnificamente raccontato al museo del Muro, presso il famoso Checkpoint Charlie di Friedrichstrasse.

Condividi Muro di Berlino su
La raccolta di opere di Heinz Berggruen, uno dei più importanti mercanti ...
Scopri la vera essenza di Berlino e lasciati trasportare in questo incredibile ...
Il grande Parco Treptow, nato come spazio ricreativo per la classe operaia ...