Museumsinsel, l’isola dei musei

La Museuminsel si trova nel quartiere Mitte ed è uno dei più grandi complessi museali del mondo ed è considereata un patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Isola dei musei, in tedesco Museumsinsel, è il nome della parte settentrionale di un’isola sul fiume Sprea, nel quartiere centrale Mitte di Berlino, facente parte della vecchia città di Cölln.

È così chiamata perchè ospita nel raggio di poche decine di metri ben cinque musei importanti a livello internazionale, facenti tutti parte dei Musei Statali di Berlino. Essi sono l’Altes Museum, il Neues Museum, l’Alte Nationalgalerie, il Bode Museum e il Pergamonmuseum.

L’Isola dei Musei comprende inoltre il parco Lustgarten e il Duomo di Berlino. Nel 1999, il complesso museale è stato inserito dall’UNESCO nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità.

Una prima sala espositiva venne aperta nel 1797 su suggerimento dell’archeologo Aloys Hirt. L’isola, in origine zona residenziale, fu dedicata all’arte e alla scienza dal re Federico Guglielmo IV di Prussia nel 1841. Ulteriormente estese sotto i re prussiani, le collezioni del museo d’arte e d’archeologia vennero trasformate in una fondazione pubblica dopo il 1918.

Le collezioni prussiane furono spartite negli anni della guerra fredda fra Est e Ovest, ma sono state poi riunificate dopo la Caduta del Muro, ad eccezione di alcune opere che sono state sottratte dagli alleati durante la seconda guerra mondiale.

Nel 1999 venne approvato un piano di ripristino e di ammodernamento dei vari complessi museali, secondo il quale l’Isola dei Musei sarebbe dovuta diventare il fulcro dell’arte berlinese e non solo. Il piano ha previsto anche una suddivisione ben precisa delle collezioni all’interno dei musei, di modo che ogni complesso venisse dedicato ad una specifica arte. In particolare:

  • Il Pergamonmuseum è stato definito come un museo di architettura antica.
  • Il Neues Museum ospita esposizioni di reperti archeologici nonché sculture egizie ed etrusche, tra cui il famoso busto della regina Nefertiti.
  • L’Altes Museum, il più antico dell’isola, è dedicato agli oggetti d’arte greca e romana.
  • I dipinti del Bodemuseum risalgono dal periodo tardo bizantino al 1800.
  • La Alte Nationalgalerie copre la pittura del 19° secolo.

Il Masterplan Museumsinsel include la costruzione di un edificio principale dedicato a Henri James Simon, filantropo berlinese, che fungerà da ingresso per tutti i musei, e un percorso che collegherà quattro di essi, la cosiddetta Passeggiata Archeologica.

La passeggiata avrà inizio presso l’Altes Museum, per poi passare attraverso il Neues Museum e il Museo Pergamon e finire presso il Museo Bode, che si trova sulla punta settentrionale dell’isola. Questa passeggiata dovrà rappresentare un cammino temporale e culturale attraverso le varie esposizioni presenti nei musei, così da collegare fra loro migliaia di anni di arte.

La carta per visitare la Museuminsel
da 42 €
Mostra dettagli
Sfrutta gli sconti sulle attrazioni turistiche e l'uso gratuito dei mezzi pubblici (72 ore) grazie alla WelcomeCard Isola dei Musei. Entra gratuitamente in tutti i musei dell'Isola dei Musei.
Valutazione turisti
Categoria City Card
Località Berlino

Museumsinsel, l’isola dei musei

Museumsinsel, l’isola dei musei
Da non perdere nella Museumsinsel
Museo Pergamo
Il Museo di Pergamo è il museo d'arte più visitato dell'intera Germania, e ospita ricostruzioni di...
jaime.silva
L'Altes Museum è uno dei musei della Museumsinsel. Dopo il restauro degli anni passati, il museo ospita...
Wolfgang Staudt
Il Bode Museum è uno dei musei dell'Isola dei Musei a Berlino e ospita una collezione di sculture, di...
Alte Nationalgalerie
La Alte Nationalgalerie è una galleria situata sull'Isola dei Musei che espone una vasta raccolta di...
factoids
Museo Egizio di Berlino è sede di una delle più importanti collezioni al mondo di manufatti egizi,...
dimodi
Il duomo di Berlino, in tedesco Berliner Dom, si trova sull'isola dei Musei ed è una delle chiese più...