Guida di Berlino

Capire come organizzare il proprio viaggio a Berlino può rivelarsi un’impresa complessa per via delle dimensioni della città e della ricchezza di attrazioni.

Berlino è il centro dell’Europa e la città simbolo del progresso. Quello che colpisce a prima vista è la grandezza della città e l’insieme armonioso di stili tanto diversi tra loro.

Berlino è una città in continua evoluzione e, soprattutto oggi, è in piena fase realizzativa in seguito a un processo di cambiamento iniziato dall’unione della Berlino Est con la Berlino Ovest. Attualmente la capitale della Germania è diventata uno dei più importanti centri politici, culturali, mediatici e scientifici del continente.

Vacanze a Berlino

Ogni anno milioni di turisti prenotano una vacanza per Berlino, che oggi rappresenta oggi una meta obbligatoria per chiunque voglia conoscere e capire la storia moderna dell’Europa. Berlino è una città incredibilmente stimolante, artistica, ricca, all’avanguardia eppure così piena di storia.

Ci sono numerose cose da vedere a Berlino e visitare tutti i luoghi più importanti della città si rivela spesso un’ardua impresa, perché la metropoli tedesca è una vera e propria miniera infinita di monumenti ed ha una superficie davvero sconfinata.

Si potrebbe partire da Alexanderplatz , la più grande piazza di Berlino e di tutta la Germania, che dopo essere stata distrutta a seguito della Seconda Guerra Mondiale venne ricostruita completamente negli anni ’60 del Novecento, con la sua iconica torre e su cui si affacciano diversi monumenti tra cui il municipio cittadino.

A breve distanza da Alexanderplatz, su quella che oggi è l’Isola dei Musei, sorge il Berliner Dom, il Duomo di Berlino, costruito nel 1894, quasi distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruito e restaurato nel 1993. Con la sua cupola visibile anche in lontananza, l’edificio è la cattedrale protestante della città nella quale ogni giorno viene anche celebrata la messa.

Dal Duomo parte il celebre viale Unter den Linden, con i suoi negozi alla moda e i suoi edifici eleganti, che termina alla Brandeburger Tor, la Porta di Brandeburgo, uno dei simboli indiscussi della città. Risale alla fine del ‘700 ed è diventata famosa durante la Guerra Fredda quando di fronte venne costruita una parte di muro.

Subito al di là sorge il Reichstag, l’edificio che ospita il Bundestag, il parlamento tedesco. Fu aperto nel 1894 e restaurato totalmente nel 1990 con lavori guidati dall’architetto Norman Foster; simbolo del rinnovamento è la sua splendida cupola in vetro, costruita sul tetto dell’edificio, da cui si può ammirare una splendida vista a 360 gradi della città.

Se queste rappresentano delle tappe obbligatorie per chiunque si accinge a visitare Berlino, è anche vero che questa città offre molto altro, dall’architettura all’arte contemporanea, dalle strade della Berlino Est ai locali dove giovani provenienti da ogni parte del mondo si ritrovano in quella che oggi tutti considerano la capitale d’Europa, dallo zoo al Botanischer Garten, il giardino botanico di Berlino, che è anche l’unico Museo botanico di tutta Europa, che mette in mostra in ogni stagione la flora di Asia, Africa, e Mediterraneo.

Vivere a Berlino

E inoltre