Lo Zoo di Berlino

Lo Zoo di Berlino è uno dei più grandi zoo della Germania, casa di circa 20 mila animali di 1500 specie diverse, provenienti da tutto il pianeta.

Lo Zoo di Berlino (in tedesco Zoologischer Garten Berlin) è uno dei più grandi zoo della Germania e uno dei più antichi, e vanta circa 20 mila animali in 1500 specie diverse provenienti da tutto il pianeta. Ogni anno oltre 3 milioni di visitatori si recano qui per ammirare esemplari rari di tutto il mondo.

E’ stata anche la casa del simpatico orso polare Knut, accolto nel 2006 e morto nel 2011 dopo essere stato una vera e propria star, e del panda gigante Bao Bao, morto nell’agosto 2012 e simbolo dello zoo per diversi anni.

Lo zoo di Berlino fu fondato dal re Federico Guglielmo IV nel 1844, e inizialmente all’interno di questo vecchio giardino zoologico vi erano presenti soltanto gli animali donati dalla famiglia reale; oggi possiamo invece trovare animali di tutte le specie, tra cui alcuni esemplari in via d’estinzione. Lo zoo collabora con numerose università e istituti di ricerca in tutto il mondo, e promuove il Programma Europeo per le specie in pericolo (in inglese noto con l’acronimo EEP, European Endangered species Program), nato per preservare specie minacciate e a rischio estinzione.

Attenzione

Lo Zoo di Berlino non va confuso con il Tierpark Berlin, il secondo parco zoologico della città, costruito nel 1955 e situato a Friedrichsfelde.

Per molti tedeschi lo zoo di Berlino è una vera è propria istituzione, avendo compiuto i 170 anni e vantando ogni anno la visita di milioni di turisti appassionati di animali e zoologia. Inutile dire che gli zoo oggigiorno sono davvero molto importanti per l’educazione dei bambini in quanto grazie a questi parchi naturali essi possono conoscere le varie razze che popolano il nostro pianeta, che in qualsiasi città del mondo è quasi impossibile vedere. Allo zoo di Berlino i turisti possono ammirare non solo i grandi mammiferi africani ma anche animali più semplici che vivono nei pascoli come le mucche, le capre e le pecore.

La porta degli Elefanti

All’ingresso di Budapester Strasse dello zoo è possibile ammirare l’affascinante porta degli Elefanti, creata in stile asiatico con colori sgargianti, soprattutto blu e rosso, e che per molti berlinesi è un vero e proprio monumento della città.

I suoi colori sono davvero gradevoli e rilassanti, e l’intera opera oggetto di curiosità dei moltissimi turisti che non perdono l’occasione di fotografarla; la particolarità della struttura sta nelle due colonne con alla base le statue di due elefanti, come a sorreggere la pagoda fatta di legno rosso.

La porta degli Elefanti che si può ammirare oggi allo Zoo di Berlino è una replica dell’originale, risalente al 1899 e andata distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale.

Gli animali dello Zoo di Berlino

Oltrepassata la porta degli Elefanti, il viaggio attraverso la natura ha inizio: può rivelarsi anche spiazzante, perchè non ci troveremo subito ad ammirare felini africani o animali che popolano zone remote della Terra, bensì animali di tutte le specie che magari molti hanno già visto.

La maggior parte degli animali sono ospitati in spazi appositamente progettati per ricreare il loro habitat naturale, è così per le 4 grandi scimmie (orangotango, gorilla, scimpanzè e bonobo), per i rinoceronti indiani e per i grandi felini, che si trovano nella sezione dedicata agli animali carnivori la quale ospita anche diverse specie rare come la mangusta dalla coda ad anelli del Madagascar.

La gabbia degli uccelli invece presenta un percorso guidato sopraelevato e offre un punto di vista privilegiato sulle diverse specie di volatili presenti all’interno dello zoo, tra cui coloratissimi pappagalli e bucerotidi, il più raro dei quali è il bucero di Luzon, endemico delle Filippine

Orari d’apertura

Lo Zoo di Berlino è aperto 365 giorni l’anno, ma segue uno schema di orari un po’ particolare.

Le casse chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura dello zoo.

Lo zoo nella cultura popolare

Per la sua fama lo Zoo di Berlino deve ringraziare anche il film Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino, che racconta la storia vera di Christiane Vera Felscherinow tra tossicodipendenza e prostituzione iniziate fin dalla prima adolescenza, e la canzone Zoo Station del gruppo musicale U2, il cui testo è ispirato ad una surrealistica Berlino della seconda guerra mondiale, di cui il leader Bono immagina il bombardamento dello zoo e la conseguente fuga di tutti gli animali imprigionati.

Informazioni utili

Indirizzo

Hardenbergplatz 8, 10787 Berlin, Germania

Contatti

TEL: +49 30 254010
Sito ufficiale

Orari

    Aperto tutti i giorni dalle 09:00 alle 18:00

Trasporti

Fermate Metro

  • U-Bhf Zoologischer Garten (260 mt)
  • Stazione di Berlin Zoologischer Garten (370 mt)
  • Kurfurstendamm (662 mt)

Fermate Bus

  • Berlin Zoo (311 mt)
  • Breitscheidplatz (328 mt)
  • Europa-Center (424 mt)

Dove si trova

Vedi gli Hotel in questa zona

Lo Zoo di Berlino si trova nelle vicinanze della strada Kurfürstendamm, all'interno del parco di Tiergarten. L'ingresso principale è la porta dei Leoni che si trova in Hardenbergplatz, mentre chi desidera visitare solamente l'acquario deve obbligatoriamente entrare dalla porta degli Elefanti in Budapester Strasse.

Lo zoo è raggiungibile tramite la stazione Zoologischer Garten Bahnhof, nota semplicemente come Zoo, uno dei principali interscambi della città, dove fermano treni, U-Bahn e S-Bahn.

Alloggi Lo Zoo di Berlino
Cerchi un alloggio in zona Lo Zoo di Berlino?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Lo Zoo di Berlino
Mostrami i prezzi

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Pensate appositamente per chi vuole visitare Berlino, le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.2 su 38 voti

Attrazioni nei dintorni

Condividi